lunedì 30 aprile 2012

Botanica (tarli)

Gli insetti hanno avuto la meglio,
i tarli ci hanno presi alla sprovvista.

Dentro un grosso buco scavato,
del tronco non resta che un colabrodo,
le costole già tutte traforate
come la gamba della sedia:
ci passa dentro il vento,
ci passano dentro le parole,
le voci dell’erba, i sussulti.

Un cartellone pubblicitario
stasera
potrebbe uccidermi.

Nessun commento:

Posta un commento