mercoledì 26 settembre 2012

FONO 7 / Viaggio in Palestina - Aurora 28 settembre Firenze

qualche foto della serata...






----------
Venerdì 28 settembre - Circolo Aurora - p.zza Tasso, Firenze
h 19.30 dj set
h 22.00 e 24.00: videoproiezione e live set

FONO | 7
Viaggio in Palestina
reportage: Carlo Cuppini
live sound mix: Gea Brown





Nell'estate del 2009, all'indomani delle stragi di Gaza, Carlo Cuppini compie un viaggio in Israele e Palestina, passando per città arabe, campi profughi e villaggi alle soglie della miseria, attraverso i luoghi marcati dall'occupazione militare israeliana. 
Sono le sue stesse parole di scrittore e poeta, riportate qui di seguito, che restituiscono il senso profondo di questo lungo percorso condotto in solitario, che sceglie le forme dell'ospitalità, dell'incontro con la gente e della partecipazione diretta, per farsi carico del peso di un testimoniare che necessariamente viene prima di qualsiasi atto di comprensione e interrogazione sulle ragioni di un massacro, fisico e morale, che si ripete da oltre sessant'anni.

martedì 25 settembre 2012

pugno chiuso

dentro il confine
del per-così-dire
stai attento:
aperte le virgolette una volta
non si richiudono più,
la faccia rimane la stessa
ma il volto precipita,
sotto il controllo perfetto
non una scarpa che vola,
dalla parte del coltello
pugno chiuso di mosche

domenica 23 settembre 2012

epitaffio per giraffa

semafori, marciapiedi, catastrofi,
asfalto, automobili, passanti,
cellulari, telecamere, vetrine,
neon, poliziotti, manifesti,
donne nude, promozioni, e sopra a tutto
i saldi di fine stagione

il sogno è gettasi e scappare,
va bene Imola non è New York,
non sarà un volo epico
un'impresa mondiale –
anzi mettitelo in testa:
non ti dedicheranno un largo o una strada

ma corri con la testa tra le nuvole,
le corna sfiorano i fili elettrici,
ti danno scariche di adrenalina –
ti fanno vai, bella, vai vai! –
e molto prima di raggiungere anche
soltanto l'odore del mare
l'iniezione sedativa sparata ti schianta
il cuore

[poco più in là gli adulti
portano i bambini a imparare
la libertà in 3D
davanti a Madagascar 3
dove certe bestie rimpiangono
New York]

ti guardano da dietro il muro
ti guardano da dietro ogni muro
e non c'è interfaccia che tenga
non c'è dispositivo che mostri
le cose come stanno
nemmeno l'ultimo modello
quello meno che mai
le mappe sono tutte sballate
al posto del muro giardini
e non appare alcun dietro
né il fatto che uno se muore
né il loro guardare
anche il gatto è sparito

voi vi chiedete cosa è stato

voi vi chiedete cosa è stato
e chi fa cosa
e chi è chi – e chi
non era d'accordo

voi chiudete gli scuri
per succhiare con calma l'aerosol
nella routine sessuale delle bambole
seriali

tutto è spalmato sul muro
– le dita le rose l'aerosol –
i pezzi non si distinguono
non si possono più separare

voi incidete l'algoritmo con l'unghia
sull'intonaco fresco
per non udire le lacrime
e non udite cantare

venerdì 21 settembre 2012

parliamo


parliamo di parlare e parliamo
accedendo con lo sguardo ai lingotti virtuali
dentro il ventre dell’unicorno ibernato
parliamo e siamo tutt’uno solidali
col parlare che si parla da solo
uniloquio materiale nato in vitro

paghiamo per parlare e veniamo
sessualmente parlati dal parlare
promanante da sassi unigeniti stesi
ad asciugare sul filo di rame
del discorso commerciale democranico
rifluito nell’asta degli abusati

col filo ben teso ci tagliano
le orecchie degli ultimi sequestrati
a disposizione del comitato centrale
ci sezionano i pezzi di carne da confezionare
per l’approvvigionamento dei neonati
iscritti alla lista del collocamento animale

giovedì 20 settembre 2012

PHALLUS – quartine anti-invecchiamento e anti-spam


1.
immediatamente raccogliere ed elaborare l'ottimizzazione della povertà:
abbiamo riportato che tutto lo spettro d’isolamento logico
è una componente importante del sito di dettaglio biologico,
è soggetto ai contratti aziendali se si desidera utilizzare una sporca nostra comunità

2.
il diritto di dubitare: scienza alimentare e un esame fisico della placenta,
corrispettivo d’animazione finito prima dello spettacolo: quindi fu il vecchio Harold
scrivere dire ossessione delirante sul sistema finanziario delle donne,
rimozione: gran parte della perdita di proprietà,

3.
ad esempio, si ha un vero problema con le rughe, come una ferita:
eventi complessi, bussola, e le immagini dei miei anni: uno dei proprietari ed io
eravamo per le strade, con le dita si colpiscono i contaminanti: oca, uovo, inserti,
juniores del rugby, più elementi del prezzo: e andare per una crema idratante quotidiana,

4.
per controllare sempre il dispositivo di prova di ascolto passivo, monopoli al sole,
per essere efficace in termini di riduzione, con contribuito autorizzato all'acquisizione,
la riparazione, l'umidità, e lo proteggono linee e rughe arrotondate,
cibo importante, modificati i prezzi, creme, software, e ricchezza d'oro, fantastica

5.
informazioni all'interno dell’oscurato: la mia vita, tutti i miei amici sono le persone migliori
invecchiamento, paletta, corpo, canali, rimborso, fluidi dell'anima, perdite:
trasporto di prodotti chimici e trattamento con acido solito retinoico,
prestazioni sessuali degli atleti, in onda: nuovo, non può essere, perché è grande:

6.
le loro grotte, tutta la moda!, scuola a piedi, sottoscrive, e parte spedizione insegnanti:
magnate infastidito!, è enorme la qualità dei diritti commerciali, di indurimento superficiale,
erano tutti intorno a noi, qualcuno graffiare l'altro negli occhi:
una prima,

7.
immagini come Knesset morte, credo che non sia aerodinamico:
lottato fino ad oggi, solo, uno sul metodo del ritmo mostra che la questione degli abusi: individui e ascensore: collo, può essere più bella e sexy, chi potrebbe andare,
tutti i modelli dei processi di tutti i tempi,

8.
non è un ruolo di pochi, aerografato nella lotta importante, collagene ablato,
il male formale comunicazione: proteine, ​​documenti, carrello: shopping:
o aggregazione di età, sì la crema può spostare più di tre gruppi di amici in tutto il mondo,
venditore fornisce lacca, calza lunga, notte, per fornire una persona sotto i mobili per i caduti,

9.
relazione causale tra istituzioni e alimenti, prima produzione di pigmenti organici
vicino a processo per gli animali: antiossidante, oro, come il latte, cancro,
condizioni fisiologiche e sanitarie, è corretto: non è per proteggere l'utente
dal momento che l'operazione è una persona buona: crema idratante urlando un buon posto,


note: 

traduzione di traduzione di traduzione di uno spam pubblicitario apparso 'misteriosamente' sul blog come commento al mio post "per coincidere" (e poi ancor più misteriosamente scomparso da solo)

intervento umano nella composizione: 5% (sulle parole) + 30% (sulla punteggiatura)

lunedì 17 settembre 2012

in Italia, meglio non farsi arrestare

in Italia, meglio non farsi arrestare, ma non è facile, ci vuole un manuale – in Italia, ad esempio, meglio non fare schiamazzi fuori da un locale, meglio non coltivare in casa certe piante, meglio non fumare cose vietate – meglio anche non passeggiare per strada (soprattutto se usi il cappuccio della felpa per come va usato, calzato sulla testa), potresti essere arrestato, o anche sparato – in Italia, meglio non intervenire, se vedi due poliziotti che importunano qualcuno per strada, ed esagerano con le maniere pesanti, se ti intrometti, ti potrebbero arrestare – in Italia, meglio stare buoni, obbedienti, farsi i fatti propri, fare il meno possibile, guardare la tv in casa, se possibile, sì, quella dovrebbe essere un'attività sicura – perché in Italia è meglio non farsi arrestare, perché alla scuola dei poliziotti una cosa proprio non la riscono a insegnare, che quando si parla di "arresto", non si deve sottintendere "cardiaco" – e questo è solo un volgare calambour, lo so – inopportuno e di cattivo gusto davanti ai morti ammazzati, e proprio oggi che quattro poliziotti sono accusati di avere ammazzato di botte un uomo di cinquantun anni, per strada, la cui colpa era di essere ubriaco, e di avere fatto baccano fuori da un bar, ma come trattenersi, se in Italia il Capo della Polizia – il sig. Manganelli – su un gioco di parole ha costruito una brillante carriera?

domenica 16 settembre 2012

bollettino #72: tàgliati (volare)

– tàgliati, per coincidere, spàrati, e poi tagliati gli occhi, le mani, con lametta da barba, se uomo, col filo di un foglio di carta, se donna, su cui hai scritto “nascondimi”, oppure il contrario, e guardi lo specchio, per poter dire “faccia”, e l’ombra ai tuoi piedi, per poter dire “corpo” – coincidere, per coincidere, solo smetti di esistere, stacca i piedi da terra, metti i piedi per terra, non puoi più usare il bancomat, smagnetizzato tu stesso, per primo, tu stessa, per prima, cerchi il nord col torace, la stella polare su mappe, di palpebre, allacciate, dall'interno – l’interfaccia, il cellulare, gli aggeggi, disabilitati, la distanza bruciata – coincidere, per coincidere, tirati fuori, leggero dolore addominale, per lo sforzo, localizzato nella terra, nel suolo, in mezzo ai bulbi oculari, un metro dietro a te, dove non puoi vedere, un metro sopra a te, dove non arrivare, un metro dentro te, dove non hai spessore, abbastanza, per stare, per riempire – dolore acuto e lieve, impercettibile, punto incessante, che scompare, dolce, senza fonte – per coincidere, oltre a ciò c’è la casa, coincidere, oltre il muro lo spazio, coincidere, c'è il prato il cavallo, il contagio, e più oltre c’è il mare, l’aperto, coincidere, e più in là, dentro il becco, dell'uccello, marino, oltre l’aliante, il silenzio nell'aria, quel patto, che non puoi richiamare, che non puoi ribadire, invocare, all’inizio del giorno, ogni volta, ti strappa, richiama, ti lascia per terra, polvere, promessa d'orizzonte, lacerante, senza trucchi, volare –

(forse, per richard bach, alla fine precipitato, non precipitato)

giovedì 13 settembre 2012

la paura

la paura s'è fatta strada
guadagnando terreno produce
disposizioni lineari
dispacci dal regno dei morti
per salvare la faccia
intelligenza parziale
in modalità provvisoria
potremmo chiamarla strategia
a proposito del fallimento
a proposito
invocando a gran voce il diritto
di essere serviti
essendo schiavi

martedì 4 settembre 2012

Dittico per Sant'Anna di Stazzema

Vedi www.laparolacivile.it
122 parole si trova anche su eexxiitt


122 parole

cane, fango, casa, strada
vento, cane, fango, casa
strada, bosco, sasso, cielo
Elsa, bosco, casa, strada
Nara, Marco, Wilma, sparo
strada, vento, fango, cane
sparo, gamba, Velio, Enzo
sasso, sparo, cielo, bianco
Maria, Rosina, ruscello, poi
polvere, scacciano, fermano, afferrano
cane, dove, sparo, testa
fucile, Giuseppe, granata, quando
scarpa, testa, fango, terra
Norma, terra, mamma, testa
zoccolo, orbita, fegato, quando
pancia, occhio, guancia, sparo
Wilma, Anna, Lia, Anna
anni, mesi, giorni, Anna
venti, Mirta, giorni, Anna
vento, Carmine, Lilla, anni
Roberto, Gianfranco, ore, culla
sparo, collo, testa, bianco
bianco, Nadira, Maria, Maria
casa, Carla, passo, sparo
polvere, polvere, gengive, rantolo
casa, dietro, fiamma, sotto
Anna, scampo, Luigi, Maria
stanza, rifugio, silenzio, sparo
sparo, terra, vento, scampo
silenzio, respiro, aria, aria, aria, vento

My Lai (o Song My)

A My Lai non è successo niente
però è rimasto in mente My Lai.
È successo invece a Song My
che è un distretto vietnamita un po' più in là.

Però rispetto a Song My, My Lai ha un vantaggio
che sbagliando si direbbe "mài lèi"
che è un nome romantico fa pensare
a una località balneare da telefilm.

Così a My Lai hanno fatto un massacro
anche se non è successo niente
e hanno ammazzato trecento
quarantasette persone – dicono gli americani.

Ehm… cinquecentoquattro – ribattono gli altri
e dicono anche che erano donne
e vecchi per lo più.
Ah sì, e bambini.

Come a Sant'Anna di Stazzema
ventiquattro anni prima – quella volta
i nazisti ne uccisero cinque
centosessanta – di donne e vecchi, e bambini.

Gli americani fecero insomma
fuori un sacco di gente a My Lai
– o a Song My – e stupri di gruppo su donne ragazze
e bambine.

Torturarono i vecchi
e i bambini. E gli diedero fuoco
da vivi. E buttarono bombe
a mano dentro capanne stipate.

In ogni caso alla fine
li ammazzarono tutti
i rimasti
mitragliandoli sopra a una fossa.
Poi in America sbatterono in galera / il tenente William Calley che diresse l'operazione / Nixon però scosse la testa e Billy / se ne uscì fuori in due giorni poi fece / tre anni ai domiciliari e oggi / è molto pentito pentito e rilascia interviste / vendute a caro prezzo alla stampa e campa vendendo / gioielli diamanti a Columbus / Georgia