martedì 26 ottobre 2010

Accadeva in Italia

Accadeva in Italia che il capo della polizia si chiamasse Manganelli, Antonio Manganelli, e che in quegli anni la polizia non lesinasse affatto nell'uso dei manganelli e di altri arnesi del mestiere; tanto che una dozzina di persone nel giro di poco tempo, colpevoli di niente o di assai picciol cose, persero la vita, per strada o in galera o in casa propria, sotto i colpi tirati per sport dai manganellatori agli ordini del  Comandante Manganelli.
Accadeva in Italia che il vicecapo dei vescovi si chiamasse Crociata, Mariano Crociata, e che in quegli anni la Chiesa si scagliasse contro l'islam, contro gli ebrei, contro la scienza, contro la tecnologia, contro i premi Nobel, contro i contraccettivi, contro gli omosessuali, contro i poveri, contro la scuola pubblica, contro i laici e contro gli atei, tutti i vescovi a lanciare crociate, al seguito del Monsignor Crociata.
Accadeva in Italia che Aldo Palazzeschi tornasse dall'oltretomba, per un breve momento, manifestandosi in sembianze corporee nei pressi di Ponte Vecchio, non lontano dall'abitazione che gli appartenne; e che, dopo avere fatto due passi sul lungarno perdendo lo sguardo oltre le Cascine, verso Pisa, girasse all'improvviso la faccia per puntare uno sguardo stralunato dritto nella telecamera, e sbottasse: "Ma è possibile che in Italia oltre al danno ci deve sempre essere anche la beffa?" 
E poi accadde che sparì di nuovo dentro un punto nero.
Il Manganelli e il Crociata, invece, restarono lì, sulle loro poltrone, coi loro titoli e le loro mansioni.

Nessun commento:

Posta un commento