lunedì 23 maggio 2011

Ustica # 2

da qui vediamo la crosta terrestre
cantano gli angeli a queste altitudini
legati ai sedili non cediamo ai richiami
ci attendono all'arrivo i nostri cari

guardiamo le nuvole non importa
il frammento di vita che scambiamo
tra vicini di posto soltanto un accenno
all'ombra che abbiamo lasciato a terra

hanno calato nel mare bin laden
nel punto esatto dove il capitano
si è sparato per l'angoscia della marea nera
dando origine al peggiore tzunami della storia

centinaia di corpi sotto sale
pelle scura scuretta ormai sbiadita
sotto il sale in fondo al mare non si conserva
il corpo dei migranti andato a male

Nessun commento:

Posta un commento