mercoledì 22 febbraio 2012

Amerigo Vespucci e il rogo del Corano

Martedì alcuni militari americani in Afghanistan hanno bruciato copie del Corano, all'interno della loro base. Dichiaro la mia totale condanna per questo atto ed esprimo la solidarietà e rabbia ai miei amici musulmani. Chiunque conosca  anche solo vagamente l'Islam sa cosa rappresenti il Corano per i fedeli di questa grande religione del rispetto e della luce. E' un fatto ancora più grave - se possibile - di quello in cui si sono prodotti altri soldati americani qualche giorno fa: pisciare sui cadaveri di gente appena ammazzata.
Oggi è il cinquecentenario della morte di Amerigo Vespucci. Io oggi non sono amico degli Stati Uniti d'America.

On tuesday U.S. military in Afghanistan burned copies of the Koran. I declare my total condemnation of this act and express my solidarity and my anger to my Muslim friends. Anyone even vaguely familiar with Islam knows what is in the Koran to the faithful of this great religion. It 'a much more serious offense - if possible - of pissing on corpses in which other American soldiers occurred a few days ago.
Today is the fifth centenary of the death of Amerigo Vespucci. Today I'm not friend of the United States of America.

Nessun commento:

Posta un commento